Cataratta

Se hai la cataratta un intervento puo´migliorare la vista a livelli addirittura superiori a quelli pre-esistenti il problema. Grazie alle lenti toriche e multifocali è possibile ridurre la necessità degli occhiali dopo l´intervento.

Scopri di più

Consulti Online dal Vivo

Attraverso il sito www.giuliobamonte.com puoi prenotare un consulto online dal vivo direttamente con il dottor Bamonte.

Scopri di più

Floaters

I disturbi visivi da corpi mobili vitreali sono un problema comune a cui viene spesso data poca importanza. In mani esperte è possibile trovare una soluzione.

Scopri di più

 

DOMANDE FREQUENTI

L´intervento di cataratta si fa con il laser?
Vedo filamenti e ragnatele. Rischio il distacco della Retina?
Devo fare un vitrectomia. Quali sono i rischi? E i tempi di recupero?
Il Dott. Bamonte opera solo privatamente?
Come faccio a Parcheggiare in Viale di Villa Massimo 37?

Perchè il Dottor Bamonte?

Formazione ed Esperienza Internazionale
Dopo la specializzazione il Dottor Bamonte si e´ specializzato in Chirurgia della Retina e della Cataratta in Olanda a fianco di chirurghi di fama mondiale.
Specialista in Chirurgia della Retina e della Cataratta
Il dottore ha eseguito migliaia di interventi oculistici in ambito retinico e sulla cataratta. Tuttora esegue circa 20 interventi ogni settimana.
Studio Moderno con Sala Operatoria privata
Lo studio Oculistico Microchirurgia Villa Massimo mette a disposizione del paziente le più moderne attrezzature diagnostiche e terapeutiche, un staff dedicato di oculisti e ortottisti per affrontare ogni problema in ambito oftalmologico e una sala operatoria perfettamente funzionale per interventi di cataratta e retina.
tip-image
Dott. Giulio Bamonte
Il dott. Giulio Bamonte, nato a Roma nel 1978, è un medico chirurgo oculista, specialista in malattie e chirurgia della retina.
(Dr Giulio Bamonte is een italiaanse oogarts, netvlies en staar chirurg bij Het Hagaziekenhuis van Den Haag.)
 
Dopo la specializzazione in Oculistica nel 2006, conseguita a Roma presso il Policlinico Gemelli, ha proseguito la formazione all’estero, in Scozia, India e Olanda. Nel 2008-2009, sotto la direzione del Dott.Marco Mura, uno dei piu’ influenti chirurghi europei, ha svolto la fellowship in chirurgia vitreo-retinica presso l’Universita’ di Amsterdam. Successivamente ha ricoperto il ruolo di chirurgo della retina e della cataratta presso l’Ospedale universitario di Maastricht e l’Ospedale de l’Aia.
Oltre la sua attivita’ privata a Roma, dal 2015 al 2017 ha ricoperto il ruolo di Responsabile del servizio di  chirurgia vitreo-retinica presso l’ospedale universitario di Bruxelles  het Universitair Ziekenhuis Brussel.
Attualmente divide la sua attività tra Roma e l’Ospedale de L’Aja in Olanda, het Hagaziekenhuis, centro di riferimento per la patologie vitreoretiniche nel sud dei Paesi Bassi.
Il dott. Giulio Bamonte, a oggi,  ha eseguito come primo operatore piu’ di 1900 interventi di  chirurgia vitreoretinica (distacco di retina, chirurgia maculare, retinopatia diabetica) e piu’ di 4900 interventi di chirurgia della cataratta, oltre a innumerevoli iniezioni intravitreali per la cura della malattie essudative retiniche.
Prenota una visita

Ho letto ed accetto il trattamento dei dati personali come da informativa privacy di questo sito

Ci occupiamo di:

Ultime Notizie

A volte un sorriso e una scusa sono meglio che fare i duri!Ieri alla fine dell'ambulatorio entra una paziente con suo marito. La signora era stata operata il giorno prima da una mia collega, per distacco di retina. Avevano apputamento con me per il controllo postoperatorio, che di solito avviene a fine mattinata. Di conseguenza verso le 12 la chiamo con il numeretto e tranquillo aspetto che entri. La signora e' visibilmente provata e sembra dolorante. Il marito invece decisamente arrabbiato mi dice: sono 45 minuti che aspettiamo!! Adesso faro' una lamentela ufficiale! Io casco un po dalle nuvole poiche' non e' che prima della signora me ne fossi stato con le mani in mano tuttavia decido subito, a prescindere, di chiedere scusa per il ritardo. Che sono molto dispiaciuto per averla fatta aspettare. Al che gli animi iniziano subito a distendersi. Visito la signora confortandola dicendo che un intervento per distacco di retina deve essere per il paziente proprio una esperienza pesante. Provo a scherzare un pochino. Tolgo la benda e disperata la signora mi dice: Dottore non vedo nulla!! Ho mal di testa! Ho molto dolore! La visito e trovo tutto perfettamente in ordine, la cornea limpida, la lente in sede, la retina ben attaccata sotto gas. Le rispondo: e' tutto a posto cara signora, ha un occhio bellissimo, e' normale non vedere con il gas nell'occhio. Inoltre controllo la pressione, spesso causa di mal di testa e dolore, ma anche questa e' perfetta, cosa che comunico a paziente e marito. La signora incredula mi dice: ma allora e' tutto a posto? Davvero? Si, rispondo. E improvvisamente tutto lo stress, l'arrabbiatura per il ritardo, e perfino il dolore e il mal di testa spariscono. Paziente e Marito iniziano a ridere con me e, finito il controllo, se ne vanno via super soddisfatti.Un tempo, ormai fortunatamente molto tempo fa, accusato di essere in ritardo avrei risposto seccato e probabilmente iniziato un battibecco inutile che non sarebbe servito a nessuno. Fortuna che ho imparato la lezione.Il che non vuol dire che non sono piu'un duro! Certo che lo sono!! Vi lascio infatti con una foto in cui tento di imitare il mio vecchio amico di gioventu' Mario Sgueglia, che e' appena uscito con il suo nuovo film, cosa che', avendolo visto agli albori della sua carriera, a teatro, dove era mostruosamente bravo, mi fa molto piacere...Che dite sono piu'duro io o lui??? ahahaha www.giuliobamonte.it ... See MoreSee Less
View on Facebook
Weekend romano di lavoro: chirurgia complessa, chirurgia per Floaters, chirurgia per ricostruzione pupillare. Con il passare degli anni la qualità e la difficoltà degli interventi chirurgici eseguiti necessariamente e direi fortunatamente aumenta. E i risultati vanno di pari passo. Non potrebbe d’altronde essere altrimenti.Questo weekend ho eseguito una vitrectomia estremamente complessa in un paziente che aveva già avuto: trapianto di cornea totale ed endoteliale, chirurgia filtrante per il glaucoma, e impianto di cristallino a fissazione sclerale che però purtroppo negli anni si era opacato. Non nego di aver sudato nell’effettuare tutti i delicati passaggi per sostituire la lentina artificiale, fissata alla sclera con delle suture con un’altra da impiantare con delle ancorette da mettere sotto dei finissimi sportellini. Non prima di aver scollato la già fragilissima e provata congiuntiva e aver tagliato la iol da espiantare cercando di minimizzare i danni al già trapiantato endotelio corneale. Alla fine è andato tutto bene!Inoltre sono contento di condividere con voi i risultati di una chirurgia per ricostruire una pupilla traumatizzata. A un mese dall’intervento il paziente è soddisfatto sia da un punto di vista funzionale che estetico. La chirurgia della pupilla non è facile poiché si tratta di mettere dei punti di sutura all’interno di uno spazio chiuso (l’occhio) e quindi per farlo si utilizzano tecniche speciali. Vi lascio le foto del prima e dopo. E infine riporto la testimonianza di un paziente operato per i fastidiosi floaters. Sembra proprio si sia riusciti nell’intento di rimuoverli. Ed era necessario farlo?? La parola al paziente.Non mi resta che augurare a tutti una buona domenica e soprattutto ..forza Italia!! www.giuliobamonte.it—————————————Ciao a tutti. Visita di controllo dopo un mese dalla Vitrectomia per floaters; tutto bene.Ringrazio il Dott. Bamonte che, al di là delle indubbie capacità tecniche, ha affrontato il mio problema in maniera oggettiva: c’è una forte limitazione alle attività giornaliere = SI è possibile operare = SI il paziente è motivato = SIAllora perché non farlo ? PRE-INTERVENTO58 anni Miopia elevataGlaucoma trattato con collirio Barrage laser 360^ periferia retinaCataratta già fatta ad entrambi gli occhiDPV completato da qualche annoVitreo ridotto ad una gelatina con ragnatele gigantiPerdita di almeno 2/10 di visioneVisione notturna precaria con problemi alla guida, difficoltà sul lavoro, lettura di un libro quasi impossibile. ecc. ecc.INTERVENTOEseguita FOV occhio sx (quello che vede meglio)Tamponamento con bolla ariaDue settimane di convalescenza bolla scomparsa dopo 10 ggDurata intervento 10 min forse menoNessun dolore POST INTERVENTOVisione nitida e pulitaFloaters e gelatina scomparsi completamenteNon ricordavo di vedere così da anni.CONSIDERAZIONIL’ultima parola spetta al chirurgo vitreo-retinico ma se siete ad un livello di floaters/vitreo grave almeno un pensiero alla FOV fatelo. Per le forme gravi credetemi (ma forse lo sapete già….) non esistono integratori, non è possibile dimenticarsi delle mosche/vitreo, non si migliora. Il cervello non le dimentica anzi si adegua e se non vedete bene vi farà reagire nei movimenti, nello sport, ecc in base alle informazioni visive che ottiene dai vostri occhi. Ancora una volta affidatevi ad un chirurgo vitreo-retinico; le limitazioni alla vita quotidiana erano troppe e non accettabili a 58 anni con abitudini dinamiche e sportive. ... See MoreSee Less
View on Facebook

1 week ago

Maculopatia neo vascolare e iniezioni intravitreali. www.giuliobamonte.com (per consulti video)www.giuliobamonte.itPer appuntamenti: 0664220334 ... See MoreSee Less
View on Facebook
Intervento di cataratta: come evitare i problemi. L’intervento di cataratta rappresenta la chirurgia più praticata al mondo. In Italia più di 300mila ogni anno.In pratica si tratta di sostituire il cristallino opaco con una lente artificiale, accuratamente misurata per consentire la massima visione possibile, assecondando le esigenze del paziente. Al momento sono disponibili lenti monofocali ad ampiezza di fuoco aumentata, lenti astigmatiche, multifocali, lenti per maculopatici. The Sky is the limit.Ma cosa succede quando, durante l’intervento insorge una complicanza?Spesso si deve ricorrere al chirurgo vitreoretinico, che risolva il problema.Ieri infatti, mente operavo le mie retine, mi dicono di una complicanza in arrivo da altro ospedale.La lente da rimuovere era troppo dura, e il chirurgo della cataratta, giustamente, aveva preferito fermarsi.Il quadro che mi si presenta non è facile. L’apertura dalla quale rimuovere la cataratta è troppo piccola, la zonula, compromessa, e il nucleo non ne vuole sapere di uscire. Salvo il salvabile ma non riesco a conservare il sacco dove impiantare la lentina artificiale. Motivo per cui eseguo una vitrectomia per pulire bene tutte le camere e impianto un cristallino a fissazione iridea. Risultato finale ottimo, ma non senza fatica.La cataratta non è, come spesso si sente, un intervento di routine. Avere un piano b è molto utile.Buon weekend a tutti!www.Giuliobamonte.com (per consulti video)www.giuliobamonte.itPer appuntamenti: 0664220334 ... See MoreSee Less
View on Facebook

2 weeks ago

Video su:Vitrectomia per Floaters in ragazzo di 33 anniTraumi in ragazzo di 36 e 23 anniEmovitreo recidivanteBuon ascoltowww.Giuliobamonte.com (per consulti video)www.Giuliobamonte.itPer appuntamenti: 0664220334 ... See MoreSee Less
View on Facebook

Contattaci ora

Prenota subito un appuntamento.

Phone : 06.64220334

Email : info@giuliobamonte.it

Form di Prenotazione : Clicca qui

Facebook: Studio Oculistico Dr Giulio Bamonte

Oculista a Roma: Prenota una visita medica

Prenota subito un appuntamento

Scopri come possiamo risolvere i tuoi problemi oculistici