Cataratta

Se hai la cataratta un intervento puo´migliorare la vista a livelli addirittura superiori a quelli pre-esistenti il problema. Grazie alle lenti toriche e multifocali è possibile ridurre la necessità degli occhiali dopo l´intervento.

Scopri di più

Consulti Online dal Vivo

Attraverso il sito www.giuliobamonte.com puoi prenotare un consulto online dal vivo direttamente con il dottor Bamonte.

Scopri di più

Floaters

I disturbi visivi da corpi mobili vitreali sono un problema comune a cui viene spesso data poca importanza. In mani esperte è possibile trovare una soluzione.

Scopri di più

 

DOMANDE FREQUENTI

L´intervento di cataratta si fa con il laser?
Vedo filamenti e ragnatele. Rischio il distacco della Retina?
Devo fare un vitrectomia. Quali sono i rischi? E i tempi di recupero?
Il Dott. Bamonte opera solo privatamente?
Come faccio a Parcheggiare in Viale di Villa Massimo 37?

Perchè il Dottor Bamonte?

Formazione ed Esperienza Internazionale
Dopo la specializzazione il Dottor Bamonte si e´ specializzato in Chirurgia della Retina e della Cataratta in Olanda a fianco di chirurghi di fama mondiale.
Specialista in Chirurgia della Retina e della Cataratta
Il dottore ha eseguito migliaia di interventi oculistici in ambito retinico e sulla cataratta. Tuttora esegue circa 20 interventi ogni settimana.
Studio Moderno con Sala Operatoria privata
Lo studio Oculistico Microchirurgia Villa Massimo mette a disposizione del paziente le più moderne attrezzature diagnostiche e terapeutiche, un staff dedicato di oculisti e ortottisti per affrontare ogni problema in ambito oftalmologico e una sala operatoria perfettamente funzionale per interventi di cataratta e retina.
tip-image
Dott. Giulio Bamonte
Il dott. Giulio Bamonte, nato a Roma nel 1978, è un medico chirurgo oculista, specialista in malattie e chirurgia della retina.
(Dr Giulio Bamonte is een italiaanse oogarts, netvlies en staar chirurg bij Het Hagaziekenhuis van Den Haag.)
 
Dopo la specializzazione in Oculistica nel 2006, conseguita a Roma presso il Policlinico Gemelli, ha proseguito la formazione all’estero, in Scozia, India e Olanda. Nel 2008-2009, sotto la direzione del Dott.Marco Mura, uno dei piu’ influenti chirurghi europei, ha svolto la fellowship in chirurgia vitreo-retinica presso l’Universita’ di Amsterdam. Successivamente ha ricoperto il ruolo di chirurgo della retina e della cataratta presso l’Ospedale universitario di Maastricht e l’Ospedale de l’Aia.
Oltre la sua attivita’ privata a Roma, dal 2015 al 2017 ha ricoperto il ruolo di Responsabile del servizio di  chirurgia vitreo-retinica presso l’ospedale universitario di Bruxelles  het Universitair Ziekenhuis Brussel.
Attualmente divide la sua attività tra Roma e l’Ospedale de L’Aja in Olanda, het Hagaziekenhuis, centro di riferimento per la patologie vitreoretiniche nel sud dei Paesi Bassi.
Il dott. Giulio Bamonte, a oggi,  ha eseguito come primo operatore piu’ di 1900 interventi di  chirurgia vitreoretinica (distacco di retina, chirurgia maculare, retinopatia diabetica) e piu’ di 4900 interventi di chirurgia della cataratta, oltre a innumerevoli iniezioni intravitreali per la cura della malattie essudative retiniche.
Prenota una visita

Ho letto ed accetto il trattamento dei dati personali come da informativa privacy di questo sito

Ci occupiamo di:

Ultime Notizie

Yet another week full of satisfactionsMy fellow did Monday 4 vitrectomies, my resident made progresses in 2 Phacos.Both of them thrilled, motivated and the end exhausted by the effort.Learning surgery is not a “passeggiata di salute”.Teaching surgery is the way to give it back.We finish this week with 3 days in Rome. Fully booked with surgeries (from lasik to floaters, cataract and Retinal detachment surgery) and consultations. I am full of gratitude for the privileges I have been given through this life.www.giuliobamonte.it ... See MoreSee Less
View on Facebook
Alzare la coppa della vittoria nella terapia del diabete?Fare sport, non mangiare troppe torte (di compleanno) e seguire le linee guida!Scherzi a parte, sappiamo che il diabete non viene solo perché si mangia troppo zucchero. Purtroppo spesso ci sono fattori genetici alla base. Tuttavia un corretto stile di vita sicuramente aiuta.Ma una volta che ci sono le complicazioni?Gli occhi sappiamo essere uno dei bersagli preferiti del diabete.Fortunatamente abbiamo al giorno d’oggi le terapie giuste e l’esperienza per limitare i danni.Soprattutto grazie al laser, e le iniezioni intravitreali.Il DRCR net ha rivisto alcune delle raccomandazioni per trattare pazienti con retinopatia diabetica. E risultati sono decisamente promettenti.Per esempio i pazienti con edema maculare iniziale beneficiano di farmaci meno costosi al pari di quelli più cari. Non solo, ma se trattati bene, precocemente e con costanza bastano solo 8 iniezioni in due anni a raggiungere il risultato.Ma soprattutto i pazienti con problemi più avanzati, se approcciati correttamente possono avere benefici importanti con appena 14 iniezioni in due anni. Appena 14 iniezioni?? E ti sembrano poche?? Certo che non mi sembrano poche, ma i vantaggi sono talmente superiori rispetto al lasciare l’occhio peggiorare a tal punto da non poter più leggere, che si, 14 iniezioni non sono poi tante.Per maggiori informazioni su come trattare i problemi oculari legati al diabete non esitate a contattarmi.www.giuliobamonte.com (per consulti video)www.giuliobamonte.itPer appuntamenti: 0664220334 ... See MoreSee Less
View on Facebook
Vitrectomia parziale? …no grazie La vitrectomia è una tecnica chirurgica utile per risolvere un gran numero di patologie inerenti la retina e il vitreo come per esempio il distacco di retina, le patologie maculari, i sanguinamenti endoculari e non ultimo i corpi mobili. La tecnica è standard: distacco del vitreo, rimozione completa del vitreo, shaving della periferia.Da qualche anno, da quando la chirurgia per i corpi mobili è diventata una pratica se non comune, comunque più largamente praticata, alcuni chirurghi hanno iniziato a proporre una forma parziale di vitrectomia con il supposto scopo di ridurne i rischi. La verità è che tale pratica i rischi li aumenta in maniera drastica, ponendo il paziente sotto minaccia di un distacco di retina che magari non si verificherà nel breve periodo, ma a distanza di anni, ma che non solo potrebbe essere devastante a livello prognostico, ma anche molto difficile da risolvere.Qualche giorno fa una signora che voleva fare laVitrectomia per floaters ha iniziato ad avere dubbi se farla o meno, poiché un altro collega gli aveva detto in caso di fare la parziale. Mentre io, come di consueto, avrei fatto la totale, che di conseguenza, per la signora, sarebbe stata più rischiosa.Al riguardo mi viene da pensare la seguente cosa: la parziale è come attraversare una autostrada e decidere di fermarsi a metà del percorso. La totale è come attraversare una normale strada, sulle strisce. www.giuliobamonte.com www.giuliobamonte.itPer appuntamenti: 0664220334. ... See MoreSee Less
View on Facebook
Come si misura la felicità?Di certo non posso essere io a dare una risposta. Per ognuno è diverso. E forse c’è un tempo e un modo diverso per ogni tipo di felicità.Io mi ricordo per un lungo periodo l’unica cosa che volevo veramente fare era imparare a operare. Ogni punto messo, ogni cataratta, pezzettino di vitrectomia era motivo di sogni a occhi aperti la sera quando ci ripensavo. E ora? Dal primo settembre abbiamo cominciato con la nostra nuova fellow in chirurgia Vitreoretinica Veerle van Severen. E oggi già i primi passi da prima operatrice! E ho visto quello che per me era importante vedere. Non che già fosse perfetta. Ma i suoi occhi luccicare dopo la prima vitrectomia.Sono sicuro che diventera’ una topper!www.giuliobamonte.it ... See MoreSee Less
View on Facebook
Distacco di retina in Giovane Eta'Sei miope? Continua a leggere!L'altro giorno viene un papa' visibilmente turbato poiche' la figlia appena sedicenne era stata diagnsoticata con un distacco di retina asintomatico. Il collega che la aveva vista aveva giustamente proposto un intervento, ma capirete che vedere la propria figlia andare inaspettatamente sotto ai ferri non deve essere stata una bella prospettiva.Il distacco era di quelli comuni del giovane (in questo caso direi giovanissimo) miope. Ovvero vitreo attaccato ma molto fluido, distacco che procede senza dare sintomi per molti mesi.La progressione e' talmente lenta che di solito il paziente se ne accorge quando e' ormai tardi e la macula gia' coinvolta nel distacco. In questo caso, fortunatamente il centro della retina era ancora lontano, ma di certo prima o poi sarebbe stato toccato.Con un poco di tatto allora ho cercato di far capire a entrambi l'importanza di effettuare la chirurgia, poi perfettamente riuscita a mezzo di apposizione di un cerchiaggio e piombaggio, cryo, puntura evacuativa e iniezione di gas.Il distacco del giovane miope e' evenienza piuttosto rara. Al contrario di quello che si verifica dopo i 55 anni, non e' causato dal distacco posteriore del vitreo, bensi da un vitreo molto liquefatto che si insinua in una rottura atrofica e spontanea della retina. La progressione e' molto lenta ed e' per questo che i miopi devono sottoporsi a regolari controlli oculistici una due volta l'anno.La chirurgia non e' con vitrectomia, bensi con la cosiddetta tecnica episclerale.La prognosi buona se la macula non e' coinvolta. Una peculiarita' di queste forme e' che il liquido sottoretinico, se non drenato completamente (cosa non sempre necessaria) puo' persistere anche per uno o due anni prima di riassorbirsi.www.giuliobamonte.com (per consulti online)www.giuliobamonte.itPer appuntamenti: 0664220334. ... See MoreSee Less
View on Facebook

Contattaci ora

Prenota subito un appuntamento.

Phone : 06.64220334

Email : info@giuliobamonte.it

Form di Prenotazione : Clicca qui

Facebook: Studio Oculistico Dr Giulio Bamonte

Oculista a Roma: Prenota una visita medica

Prenota subito un appuntamento

Scopri come possiamo risolvere i tuoi problemi oculistici