slide5

La terapia delle malattie oculari ha compiuto passi da gigante negli ultimi 20 anni. Patologie un tempo intrattabili come la degenerazione maculare legata all’età’ sono ora affrontate con successo e contemporaneamente si sono affinate le tecniche chirurgiche per patologie di comune riscontro quali la cataratta, il distacco di retina e la retinopatia diabetica.

Ricerca
La ricerca è poi sempre in espansione e in futuro nuove speranze verranno dalla terapia genica, dalle cellule staminali e dall’informatica.

Prevenire è meglio che curare

Sottoporsi a regolari controlli oculistici è però di fondamentale importanza al fine di ottimizzare il trattamento. Solo la diagnosi precoce consente,infatti, di aumentare le possibilità di successo con un ritorno alla normalità.
Quando ormai si è instaurato un danno strutturale permanente è improbabile un miglioramento visivo completo.

Consenso Informato
Prima di sottoporsi a qualunque terapia, sia medica sia chirurgica, è diritto del paziente conoscere sia i vantaggi sia soprattutto i rischi di qualsiasi atto e dovere del medico fornire tutte le spiegazioni necessarie.
Il consenso informato è un atto di legge, diritto e dovere sia del medico sia del paziente.

Diffidare da chi promette miracoli
Non esistono cure miracolistiche o interventi senza la minima possibile complicanza, che sebbene rara è pur sempre un evento da soppesare neiconfronti dei possibili vantaggi.

Terapie Alternative.
L’American Academy of Ophthalmology pubblica regolarmente i risultati del monitoraggio sulle terapie alternative delle patologie oculari, basati su studi clinici pubblicati sulla sicurezza ed efficacia di tali terapie.