• Che cosa è: la tossina botulinica (Botox) è un farmaco che iniettato in piccole quantità all’interno di un muscolo è in grado di rilasciarne lo spasmo. Puo’ aiutare nei casi di strabismo e in altre situazioni cliniche.
    • Che cosa aspettarsi: la procedura dura solo qualche minuto. La Botox inizia ad avere effetto già dopo poche ore o giorni. L’efficacia del farmaco si protrae per tre mesi circa.
    • A chi è rivolto: si puo’ essere candidati alla Botox se si è in buona salute e non si è in gravidanza o in fase di allattamento.

 Per Approfondire

Lo strabismo è una condizione in cui i globi oculari puntano in direzioni differenti l’uno dall’altro. Gli occhi non sono cioè allineati.

Persone con strabismo possono presentarsi con i seguenti sintomi: fatica oculare, sensazione di pressione intorno agli occhi o che questi siano tirati, difficoltà nella lettura, perdita della stereopsi (percezione della profondità), ambliopia (occhio pigro).

Se responsabile dello strabismo è un muscolo iperfunzionante, questo puo’ essere curato mediante l’impiego di Botox. Iniettata in piccole quantità la Botox paralizza in maniera temporanea il muscolo. L’effetto dura diversi mesi e puo’ addirittura comportare un cambiamento permanente dell’allineamento oculare.

La tossina botulinica è in realtà un veleno che si estrae da un battere, il Clostridium Botulinum. Per anni la Botox è stata utilizzata come terapia non chirurgica degli spasmi facciali e altri disordini oculari. E’ stata approvata come terapia dello strabismo nel 1989.

Con un ago molto sottile, l’oculista inietta la Botox all’interno del muscolo oculare da trattare, previa anestesia locale.

La Botox agisce allungando il muscolo iniettato e accorciando di conseguenza il suo antagonista.

L’iniezione di questo farmaco dura solo qualche minuto e puo’ essere eseguita come procedura ambulatoriale. Il paziente è in grado di recarsi a casa immediatamente. Gli effetti durano solitamente tre mesi per cui, salvo che non ci siano stati problemi come una reazione allergica, il trattamento puo’ essere ripetuto.

La Botox è una tossina e puo’ essere molto potente iniettata in alte concentrazioni. Gli effetti collaterali più comuni con questo trattamento sono un arrossamento e una lieve dolenzia della cute intorno al sito d’iniezione.

Complicanze più serie sono possibili ma rare. Si puo’ verificare un indebolimento non solo del muscolo iniettato ma anche di uno vicino. Se iniettato nel sopracciglio, la Botox puo’ insinuarsi verso il muscolo elevatore della palpebra superiore e causare una ptosi (palpebra calata).L’effetto è temporaneo e completamente reversibile, potrà essere un impedimento alla vista nell’occhio coinvolto.

La Botox deve pertanto essere iniettata da un oculista esperto nel suo utilizzo.

Prima di sottoporsi a un trattamento con Botox è fondamentale informare il proprio medico circa le proprie condizioni di salute e i farmaci che si utilizzano, inclusi gli integratori vitaminici.